Le Ville Monumentali

/ Leuca / Le ville monumentali

Le ville Monumentali

Il piccolo agglomerato urbano di Leuca mostra nei suoi punti più centrali delle vere e proprie chicche per i visitatori più curiosi: si tratta delle eleganti e suggestive ville.

Verso la fine dell’Ottocento, l’alta borghesia, particolarmente attratta dall’incantevole marina di Leuca, fino a quel momento semplice borgo di pescatori, decise di sbizzarrirsi edificando ville che oggi fanno ancora bella mostra. Sì, perché è come se il tempo avesse voluto donare loro una sorta di eterna giovinezza. Le ville sono sorte nell’arco di pochi decenni e la loro peculiarità sta nel fatto che ciascuna presenta un proprio stile.

Committenti ed architetti decisero di sposare le correnti artistiche ed architettoniche più varie e,  spesso, anche bussando alle correnti asiatiche. Forse anche per questo nuovo fermento culturale, il piccolo bianco borgo di pescatori divenne il primo centro del turismo salentino ai tempi della belle epoque. Le ville iniziarono a sintetizzare la ricerca e il fasto del dettaglio, dei decori, delle alternanze cromatiche. Le proprietà iniziarono ad imporsi nella loro bellezza e Leuca divenne non un borgo che si ripeteva nei suoi tratti salienti, ma un borgo che non smette a tutt’oggi di farsi scoprire.

Le ville si presentano qua e là nello stile pompeiano, gotico, cinese, arabo. Villa “La Meridiana” (1875), tra le più antiche ed apprezzate, caratterizzata da un gioco di cromatismi solari (le fasce che la decorano sono giallo ed arancio) e da un faro centrale posto al centro del terrazzo; così chiamata per la meridiana, orologio rudimentale posto sulla facciata della casa. Al pari, imperdibile, procedendo sempre sul lungo mare C. Colombo, Villa “Mellacqua” , imponente struttura rosso porpora in stile neo-medievale, caratterizzata dalle quattro torri femmina circolari che segnano il perimetro dell’edificio.  Come Villa “Episcopo” , nel suo blu e bianco, col suo tetto che richiama la pagoda cinese.

Nel 1913,  Vito Domenico Palumbo scrive: … e se tu vuoi venire a Leuca e da signore ci vuoi vivere innanzi a tutto ti devi fornire d’una villa elegante se non splendida per non isfigurar molto tra quelle che qui ci sono; e ve n’è di magnifiche davvero e alcune schiettamente belle e artistiche. Convengo che non mancano quelle che hanno sol la pretensione d’esser belle, magnifiche ed artistiche; ma ci fan la figura del cafone che vuol far l’elegante e l’uom di spirito i n mezzo agli altri, e poi non lo sa fare o nol può fare o finisce per rendersi ridicolo e col farsi berteggiare.” – ‘Le Leuchesi ‘  Corriere di Lecce 1913.

Villa Arditi – Villa Arditi di Castelvetere – Villa Pia – Villa Cezzi – Villa Circolone – Villa Colosso – Villa Daniele – Villa Episcopo – Villa Fuortes – Villa La Meridiana – Villa Licci – Villa Ramirez – Villa Gioacchino Fuortes – Villa Sangiovanni – Villa Felicita – Villa Mellacqua – Villa Marcucci – Villa Scipione Sangiovanni – Villa Serracca – Villa Tamborino-Cezzi

CURIOSITA'

molte delle ville leucane presentano in lontananza una propria bagnarola, una piccola struttura a pianta circolare o esagonale a ridosso della marina, dove i Signori della villa potevano sostare, lasciare i propri indumenti ed effetti personali durante il magnifico bagno nel mare di Leuca.

Villa La Meridiana
Villa Mellacqua
Villa Episcopo
Le Bagnarole