Leucasia

/ legende salentine / L’Amore di Leucasia
gen
10
L'amore per Melisso

I In un tempo assai lontano, una bellissima sirena di nome Leucasia, scelse di vivere, il resto della sua lunga vita, in una baia stupenda scoperta per caso, un giorno, quando le correnti della Grecia la dirottarono qui a Leuca. La baia si trovava nei pressi di Punta Ristola a Leuca. Leucasia si innamorò perdutamente di questo posto, del blu del mare, della presenza di amorosi nascondigli lambiti solo dal flusso perenne di acque cristalline..

Leuca antica

U un giorno, dalla scogliera, si sporse un giovane del posto. Un bellissimo ragazzo, Melisso, di carnagione scura con capelli lunghi neri come il cioccolato. Leucasia si accorse di questo giovane  e rimase nascosta per poter ammirare le sue movenze e il suo modo di perdersi con lo sguardo tra le onde…Passarono i giorni e Leucasia aveva ormai perso la speranza di rivederlo e si rattristiva…

D Dopo alcuni giorni il giovane  ritornò. Questa volta Melisso era accompagnato da una fanciulla. Il suo nome era Aristula. Aristula era di una paese vicino Leuca e i due si amavano follemente

L La sirena, non potendo accettare l’unione dei due giovani, attratta com’era da Melisso, pensò: “Se non può essere mio non sarà di nessuno!”. Quindi scatenò, nella sua ira, una fortissima tempesta che travolse i due amanti e  i loro corpi vennero scaraventati su rocce molto distanti tra loro.

PPassata la tempesta i due corpi restarono sugli scogli al sole, Aristula ad Ovest e Melisso ad Est. La Dea Minerva li vide e delusa da tanta ferocia li volle immortalare trasformandoli nelle due punte. Nacquero così Punta Ristola ad Ovest e Punta Meliso ad Est, i due lembi di terra che oggi abbracciano Leuca.

FFu così tanta la tristezza che Leucasia da quel giorno non riuscì più ad incantare i marinai con i suoi splendidi canti e si suicidò. Le sue ossa riposano tra le  bianche scogliere di Leuca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *